È entrato in vigore, a far data dal 1° gennaio 2022, il “Wine Amendment Regulation”, che modifica la normativa vitivinicola del Regno Unito con l’introduzione di alcune innovazioni, anche alla luce della Brexit e delle ulteriori semplificazioni richieste dal settore. In particolare, il Wine (Amendment) Regulations 2021 prevede: l’eliminazione dell’obbligo del certificato VI-1 per i vini importati nel Regno Unito; la proroga fino al 1° maggio 2023 del periodo transitorio per i requisiti di etichettatura dei vini, in particolare l’obbligo di indicazione di un operatore del settore alimentare britannico (food business operator) sui vini destinati al mercato UK, che sarebbe dovuto entrare in vigore il 1° ottobre 2022. Tutti i vini immessi in commercio nel Regno Unito prima del 1° maggio 2023 e non recanti l’indicazione di un operatore britannico, potranno essere commercializzati fino a esaurimento scorte.

https://www.legislation.gov.uk